Turismo

La diversita’ come valore

Le qualità e singolarità di un territorio e i servizi che riesce a declinare sono gli ingredienti necessari per sviluppare il turismo. Il case History di Andagna

“Mantenere viva la frazione di Andagna”, questa è stata la sfida intrapresa da Cesare Bollani, con l’Assessore al Turismo di Mulini di Triora – Romano Capponi.

PROBLEMA: il problema principale era permettere all’unica struttura rimasta aperta di poter continuare a svolgere il sevizio per il paese.

PROPOSTA: Cesare Bollani ha proposto di creare un circolo che avesse come soci tutte le 70 persone che abitano la frazione insieme ai visitatori del borgo – è nato così il Circolo dell’Associazione Sportiva Dilettantistica Amici di Andagna che pratica il gioco della Petanque (gioco tipico della Provenza simile alle bocce).

RISULTATO: in questo modo il bar e lo spaccio sono rientrati nei requisiti di legge per le agevolazioni fiscali. Tra i servizi che il circolo offre rientrano la Biblioteca e il Museo etnografico e di stregoneria.

dscf3802-1024x768

Andagna e’ un borgo montano d’entroterra, a mezza costa, ad un’altitudine di circa 730 m. sul livello del mare, situato nell’estremo ponente Ligure, in alta valle Argentina. Frazione del comune di Molini di Triora, Andagna e’ il tipico paesino di mezza montagna con aria tersa e frizzante. Esposto a mezzogiorno, gode di una splendida posizione e il sole lo illumina per tutto il giorno, girando per il paese si ritrovano le tipiche viuzze strette e affascinanti carruggi. La sua popolazione stabile e’ oggi ridotta a solo 70 unità. Durante l’estate il paese si ripopola di tutte quelle persone che, per lavoro o necessità, hanno dovuto trasferirsi sulla costa, ma che rimangono comunque affezionati alla terra nativa.

Cesare Bollani, piacentino di nascita ma da tempo ligure d’adozione (tanto d’aver coperto l’incarico di Presidente della Confraternita del Basilico) è libero professionista e consulente nel settore promozione turistica e manifestazioni da quasi trent’anni. “La mia esperienza professionale e umana mi consente d’affermare con assoluta sicurezza che solo aumentando la collaborazione tra Imprenditori, Amministrazioni, Associazioni, si può uscire dall’impasse anche sociale che stiamo attraversando“.